Oramai il trend sull’autismo dal punto di vista mediatico è presentare l’autismo come una fortuna.

L’autistico è il genio, colui che eccelle in varie attività umane.

Secondo le teorie di Penny Spikins del Department of Archaeology dell’University of York (Inghilterra) la spinta evolutiva del genere umano sarebbe stata fornita proprio da persone con disturbi dello spettro autistico come la Sindrome di Asperger.

Se è vero infatti che queste persone hanno dei grandi problemi di gestione dell’empatia e dei rapporti sociali più in generale è altrettanto vero che in molti casi sono dotati di una intelligenza pari se non superiore alla media. La capacità di essere estremamente sistematici e di applicarsi in modo molto focalizzato nei loro compiti li ha resi indispensabili alla nostra società fin dai tempi più remoti.

Ecco secondo i media i maggiori geni autistici nella storia

  • Wolfgang Amadeus Mozart: compositore e pianista austriaco
  • Bob Dylan: cantautore e compositore statunitense
  • Steve Jobs: imprenditore, informatico e creatore della Apple
  • Alfred Hitchcock: regista cinematografico britannico
  • Henry Ford: imprenditore e fondatore della Ford Motor Company
  • Graham Bell: inventore del telefono scozzese-americano
  • Michelangelo Buonarroti: scultore, pittore, architetto e poeta italiano
  • Thomas Jefferson: 3º presidente degli Stati Uniti d’America
  • Albert Einstein: fisico e filosofo, ha mutato per sempre il modello di interpretazione del mondo fisico
  • Vincent Van Gogh: pittore impressionista fiammingo
  • Charles Darwin: naturalista, celebre per aver formulato la teoria dell’evoluzione
  • Isaac Newton: matematico, fisico, filosofo naturale, astronomo, teologo inglese

Ma qualcuno va anche oltre ahimè

Ideologia gender ed Autismo: come superare ( si fa per dire) un disastro di nome autismo

L’autismo come arricchimento dela società che supera i confini della NEUROTIPICITA’ E DIVENTA NEURODIVERSITA’.

L’autistico va al di la della malattia e diventa “normalità”.

Abbiamo in questo modo risolto con un colpo di spugna questa pandemia….per cui tra un po SE NON SEI AUTISTICO NON SEI NORMALE..

A voi i commenti del caso..

Elogio nella neuro-diversità.

Sempre Dvorsky ( i suoi dati qui su wikipedia )” ci introduce all’interessante tema della neuro-diversità, sostenendo che in futuro disporremo di modalità di processamento cognitivo su misura; in pratica potremo alterare in modi specifici e altamente individualizzati il modo in cui, da un punto di vista squisitamente neurologico, percepiamo il mondo. Ossia: potremo modificare le nostre risposte emotive, le nostre modalità di interazione personale, il nostro coinvolgimento sociale, i nostri gusti estetici e le nostre priorità. Insomma, arriverà il giorno in cui saremo capaci di decidere il modo esatto in cui vogliamo rapportarci al mondo. Il pensatore transumanista introduce qui due termini coniati e diffusi originariamente dall'”Autism rights movement” — un movimento sociale internazionale che include associazioni e network che si occupano appunto di autismo —, ossia quelli di “neuro-tipicità” e “neuro-diversità”. E l’autismo è appunto un esempio di quest’ultimo concetto; l’idea dietro a esso è che, lungi dall’essere interessati alle interazioni sociali — come la maggior parte degli esseri umani “neuro-tipici” —, gli autistici sono o sarebbero più che contenti di dedicarsi ai propri pensieri e alle proprie specifiche priorità, senza alcuna esigenza di essere “curati”. Qui Dvorsky non sta di certo dicendo che dovremmo diventar tutti autistici, ma ci invita piuttosto a considerare il concetto di neuro-diversità, e di vederlo come un possibile arricchimento della società;

in sostanza, si tratta di un invito — così transumanista — a sviluppare le neuroscienze in modo da disporre della possibilità di modificare le nostre psicologie personali a nostro piacimento. Il tutto si inscrive dunque in una nozione cara ai transumanisti, cioè quella di libertà cognitiva, che implica il nostro diritto a modificare la nostra mente come meglio crediamo. Tra i settori della nostra psiche su cui potremmo lavorare c’è il nostro senso estetico — che potremmo modificare in modo da apprezzare esteticamente cose a cui normalmente non penseremmo, quotidiane o meno. Potremmo anche decidere di mescolare canali sensoriali diversi, producendo in noi un fenomeno neurologico relativamente poco comune, quello della sinestesia. Un altro settore d’intervento abbastanza ovvio è quello della manipolazione delle rispo-ste emotive; di contro, potremmo decidere di identificare ed eliminare volontariamente i nostri pregiudizi cognitivi, ottenendo una capacità di pensiero più chiara e razionale. Infine potremmo intervenire un po’ come crediamo sulla nostra socialità e sulla nostra moralità. Gli strumenti da utilizzare sono sempre quelli: farmaci su misura, mani-polazioni genetiche, impianti neurali e così via.

fonte https://books.google.it/books?id=0W7rCAAAQBAJ&printsec=frontcover&hl#v=onepage&q&f=false  

Dunque autistico è bello

Ma chi governa la società ed il mondo ha problemi con i numeri sempre in continuo aumento. Negli ultimi 20 anni l’autismo è oramai una piaga sociale con al mondo 60.000.000 di soggetti autistici, una nazione.

Lo dice addirittura il tg1 delle 13.30 del 2 aprile 2017 giornata mondiale dell’autismo

Allora facciamo il punto del tg1 del 2-4-2017 sull’autismo

1. 60 milioni di soggetti autistici nel mondo

2. da 300.000 a 500.000 soggetti autistici in Italia

3. Mattarella che dice che bisogna inserirli nel mondo del lavoro

4. Montecitorio ed il senato in blu

5. Gentiloni twitta il numero solidale per dare soldi

6. la Madia che dice che esiste tutta una vita quando i soggetti autistici finiscono la scuola

Se questo è il 2 aprile per i media allora meglio spegnere una volta e per sempre i riflettori

Inoltre non si capisce dati in Italia il tg da dove li prende perchè mai il ministero della salute ha dato i numeri sull’autismo

Se le cose stanno come dicono allora si tratta di una strage a livello mondiale…mentre la medicina ufficiale dice che i casi sono aumentati perché maggiori sono i mezzi diagnostici…..una pezza che ha del burlesco dato che sti milioni di insufficienti mentali di 30 anni fa dove sono non si sa….

PS. spegnate definitivamente la TV….vogliono manipolare le vostre menti….se le avete mai avuto

Ma se ci domandiamo quanti autistici vi sono in Italia, voi vi chiedete se il Ministero della Salute ha mai dato i dati?

La risposta è che il Ministero della salute non ha mai dato i dati ufficiali sull’autismo, forse per paura che i numeri sono così importanti da causare panico?

In una trasmissione su Radio Potenza Centrale l’ex sottosegretario al ministero della salute Vito de Filippo afferma

Vito de Filippo, Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, 21 ago 2015

“…l’istituto superiore di sanità ci dice che in Italia, sono dati probabilmente anche imprecisi, 1 bambino su 100 è affetto da disturbi sullo spettro autistico forse anche di più

Potete ascoltare questo interessante dato qui

Quindi un sottosegretario al mionistero della salute dice ” forse saranno di più”‘ Manco un sottosegretario ha i numeri ufficiali op si cerca di celare i dati?

Infatti i dati li dobbiamo dedurre da post come questo dei deputati PD alla approvazione della legge nazionale sull’autismo. In sostanza in Italia sono minimo 500.000 i soggetti autistici. Un dato assolutamente allarmante.

Qui il documento ufficiale

http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/1107092.pdf

A tutti i malinconici e romantici che pensano che l’autismo sia un bene per l’umanità dedico questo volto dell’autismo che non è quello di nicchia che vi propongono in tv ma quello che moltissime volte si vede nella realtà

Ve lo faccio vedere io l’autismo del 2 aprile tutto bellissimo di blu ipocrita.

Dedicato a chi sostiene che i vaccini non causano l’autismo a prescindere e blocca la ricerca.

Dedicato a chi crede che l’autismo sia la nuova normalità o una fortuna.

Dedicato agli sciacalli che succhiano soldi a famiglie disperate.

Dedicato a chi dice che l’autismo è una sfortuna

Dedicato a te che dici che un dio ti abbia fatto questo dono perchè hai le spalle larghe.

Dedicato a chi porta in tv l’autismo di nicchia ad altissimo funzionamento.

Dedicato a chi copre questa mattanza a livello mondiale.

Dedicato a quella finta scienza foraggiata dalle industrie che sostiene che l’autismo sia un problema “genetico”.

Dedicato a te che mi dici che queste immagini non possono essere postate, abbi rispetto per il dolore delle famiglie.

Dedicato a te politico di turno che strumentalizzi l’autismo

Dedicato a te che sull’autismo hai costruito le tue ricchezze

Dedicato a te medico e terapista che sfrutti la disperazione dei genitori

Dedicato a chi vuole convincerci che l’autismo sia una fortuna e non un sindrome o malattia

Ve lo faccio vedere io l’autismo del 2 aprile tutto bellissimo di blu ipocrita.

La mattanza di bambini di tutto il mondo continua e sono 60.000.000 una nazione

fonte: https://www.youtube.com/watch?v=KOueptX8B5M

L’autismo che va nelle prime pagine dei girnali non è certamente questo ma quello che ti fa credere che tutto sommato avere un figlio autistico “genio” non è poi così grave

La scienza medica già dagli anni 80 ha sempre cercato di trovare le cause dell’autismo.

La teoria psicodinamica ha per oltre 20 anni stabilito che la causa della chiusura relazionale dei bambini autistici era legata all’abbandono delle madri dei figli per la loro estrema

Chi creò questa teoria, che comunque non è stata mai sconfessata dalla medicina ufficiale fu Bruno Bettelheim

Grazie a lui per oltre 20 anni si è proseguito a far psicoterapie a mamdri e figli. Le prime accusate da tutta la società di essere “madri frigorifero” e di aver quindi causato l’autismo ed il distacco relazionale dei loro figli perchè fredde e distaccata nei riguardi dei figli. Molte di loro morirono suicida come lo stesso che diede vita a questa teoria che influenzò la psichiatria mondiale per oltre 20 anni. Bruno Bettelheim morì suicida nel 1990.

“Per tutta la mia vita ho lavorato con bambini le cui madri li avevano rovinati per sempre perchè li odiavano”

Poi si è passati alla favoletta della causa genetica dell’autismo, sconfessata dagli stessi genetisti USA

IN questo studio, a pag. 404, infatti mettendo dentro autismo primario e secondario ( secondario a patologia genetica conclamata) si giustifica l’autismo nel 27% dei casi. L’altro 73% ha causa sconosciuta

https://www.nature.com/articles/gim201332.pdf

Il grande bluff dell’origine genetica dell’autismo

Ma i geni da soli non raccontano tutta la storia . I recenti aumenti di malattie croniche come il diabete , l’asma infantile , l’obesità o l’autismo non possono essere causa di importanti cambiamenti nel patrimonio genetico umano perchè queste modifiche avrebbero bisogno di molto più tempo per verificarsi. Devono essere dovuti a cambiamenti nell’ambiente , tra cui la dieta e l’attività fisica , che possono produrre malattia in persone geneticamente predisposti . Pertanto , GEI ( The Genes and Environment Initiative ) deve investire in nuove tecnologie / sensori innovativi per misurare le tossine ambientali, la dieta alimentare e l’attività fisica , e l’utilizzo di nuovi strumenti di genomica , proteomica , e tassi di metabolismo er comprendere e determinare la risposta biologica di un individuo rispetto queste influenze .

Francis S. Collins, M.D., Ph.D.

Director, National Human Genome Research Institute

http://www.genome.gov/18016846

Quali potrebbero essere le cause dell’autismo?

Gli inquinanti e la tossicità ambiantale

Vogliamo parlare di migliori strumenti diagnostici? smentita questa tesi assurda anche perché non potrebbe spiegare un aumento del 600% cosa mai avvenuta nella storia umana…e l’ente federale protezione ambientale usa stigmatizza tale ipotesi
Interessante e corposo allegato nel quale negli usa l’EPA ( United States Environmental Protection Agency ) studia gli effetti sullo sviluppo neurologico dei bambini di inquinanti ambientali quali mercurio, arsenico, piombo

A pag. 239 l’EPA scrive testualmente “Several ASD research findings and hypotheses may imply an important role for environmental contaminants. First, there has been a sharp upward trend in reported prevalence that cannot be fully explained by factors such as younger ages at diagnosis, migration patterns, changes in diagnostic criteria, inclusion of milder cases, or increased parental age”

e cioè In diverse ricerche sull’ASD vi è un ruolo importante riguardo i contaminanti ambientali. In primo luogo, vi è stato un forte trend di crescita riportato per la prevalenza che non può essere completamente spiegato da fattori quali diagnosi precoce, flussi migratori, cambiamenti nei criteri diagnostici, l’inclusione di casi più lievi, o un aumento della età dei genitori.In poche parole la “favoletta” del miglioramento dei criteri diagnostici non può giustificare un aumento della prevalenza che al 2014 ha raggiunto 1/58

Ecco lo studio https://www.epa.gov/sites/production/files/2015-06/documents/health-neurodevelopmental.pdf

Vogliamo parlare dei vaccini?

IL DNA FETALE NEI VACCINI PROVOCA AUTISMO. la dr.ssa Deisher ci spiega come i vaccini causano autismo. La dr.ssa Deisher in una analisi comparativa mette in stretta correlazione l’incremento dell’autismo a livello mondiale con la introduzione di dna fetale nei vaccini. 
Questo dna è stato introdotto col vaccino trivalente. Uno dei ricercatori pagati dal 
CDC USA per fare ricerche sulla correlazione fra vaccino trivalente MMR o MPR ed autismo, il dr. Thorsen ha 
avuto 13 accuse di frode e 9 accuse di riciclaggio di denaro. Egli è ricercato dalla FBA.
I vaccini moderni contengono frammenti di dna fetale abortivo. Si usano tessuti umani perchè fare i vaccini 
in provetta costa troppo e non sono efficaci. In ogni vaccino vi sono 2 mcg di dna fetale, il doppio rispetto 
alla quantità di principio attivo del vaccino. I pericoli ai quali i bambino vaccinato vanno incontro sono 
cancro, autoimmunità e mutazioni genetiche.

In quest’altro video la dr.ssa Deisher ricercatrice a livello mondiale e biologa molecolare stigmatizza la causa genetica dell’autismo

Come limitare il numero sempre in enorme crescita dell’autismo?

Ci pensano gli psichiatri.

Infatti nel passaggio fra il DSM 4 al DSM 5, e quindi con altre regole di identificazione dello spettro autistico, si ha una flessione dei casi di autismo che MAGICAMENTE SCOMPAIONO

INFATTI SI DICE NELL’ARTICOLO

RESULTS Among the 6577 children classified by the ADDM Network as having ASD based on
the DSM-IV-TR, 5339 (81.2%)met DSM-5 ASD criteria.
This percentage was similar for boys
and girls but higher for those with than without intellectual disability (86.6%and 72.5%,
respectively; P < .001). A total of 304 children met DSM-5 ASD criteria but not current ADDM
Network ASD case status. Based on these findings, ASD prevalence per 1000 for 2008 would
have been 10.0 (95%CI, 9.6-10.3) using DSM-5 criteria compared with the reported
prevalence based on DSM-IV-TR criteria of 11.3 (95%CI, 11.0-11.7).

CIOE’ SIAMO PASSATI DA 6577, SECONDO IL DSM IV-TR A 5339 SECONDO IL DSM 5

L’AUTISMO, IL PIU’ GRANDE SCANDALO DELLA MEDICINA MODERNA DEVE ESSERE COPERTO A TUTTI I COSTI.

E TRA 20 ANNI QUANDO OGNI DUE BAMBINI UNO SARA’ AUTISTICO COSA CI DIRANNO CHE E’ UNA MALEDIZIONE DIVINA?

AI POSTERI L’ARDUA SENTENZA.